L’appuntamento annuale per celebrare la cultura e la tecnologia GIS

Guarda la registrazione dell’evento

L’appuntamento annuale per celebrare la cultura e la tecnologia GIS

Guarda la registrazione dell’evento

Il GIS e la condivisione dei dati nel tempo della pandemia

L’edizione 2021 del GISday si è svolta anche a Perugia il 17 Novembre per celebrare la cultura geografica, la scienza del dove, le tecnologie geospaziali e le loro molteplici applicazioni che fanno la differenza nella nostra società.

Organizzato da

L’evento è stato organizzato da gisAction, divisione dell’azienda umbra TeamDev dedicata allo sviluppo di Sistemi Informativi Geografici a beneficio degli attori dello Sviluppo Sostenibile, in collaborazione con l’ufficio geologico della Regione Umbria che da anni impiega il GIS nella gestione del Servizio di rischio idrogeologico, idraulico e sismico, nella difesa del suolo e per altre numerose attività quotidiane.

Con il patrocinio di:

Media Partner:

Una giornata dedicata al GIS per la Condivisione dei Dati

Un evento dedicato alla geografia, alla scienze del dove e ai contributi che le tecnologie GIS possono offrire anche in questo delicato periodo di pandemia. Enti, associazioni, studenti sono i protagonisti del mondo che cambia e che ha bisogno di nuovi strumenti per comunicare, condividere ed analizzare dati.

Anche quest’anno il GISDay offre l’opportunità a tutta la comunità di condividere i propri risultati, di ispirare altri all’innovazione e all’integrazione della dimensione geografica, di scoprire nuovi modi di utilizzare i GIS per raccogliere, creare e condividere informazioni di valore.

Rivivi il GISday 2021

Guarda la registrazione dell’evento

15:00

Saluti e Introduzione

Introduzione al GISday 2021

Antonio Natale
Andrea Motti

15:10

PRIMA SESSIONE

Il GIS e le sue innovazioni nella società che cambia

Paolo Gull
Roberto Bianchini
Andrea Cruciani

GAL MEDIA VALLE DEL TEVERE

“Le StoryMap per raccontare i progetti del GAL sul territorio”

La recente esperienza del GAL Media Valle del Tevere ha dimostrato come le StoryMap, utilizzate per condividere dati, progetti e risultati, possano concretamente contribuire a rendere più efficaci le attività di comunicazione, informazione e disseminazione, coadiuvando i soggetti che agiscono come aggregatori e facilitatori di comunità.

SDG MAP 11 – Città e Comunità Sostenibili

SDG 11

CITTÀ E COMUNITÀ SOSTENIBILI

Valeria Romani

FONDAZIONE PAOLO BULGARI

“I progetti della Fondazione Bulgari per Roma”

I servizi offerti dal GIS sono strategici per una giovane Fondazione come la nostra, impegnata nel contrasto alle povertà educative a Roma (in linea con il quarto obiettivo per lo sviluppo sostenibile).

SDG 10

RIDURRE LE DISUGUAGLIANZE

Giulio Cederna

TEAMDEV

“Sperimentazione di un sistema per la raccolta dati in ambito geologico”

gisAction ha avviato con Regione Umbria, Servizio Rischio idrogeologico, idraulico e sismico, difesa del suolo, un progetto di sperimentazione incentrato sull’uso di applicazioni per individuare soluzioni efficaci per eseguire rilievi in situazioni di emergenza causate da fenomeni geologici e che possono causare danni a beni e popolazione.

SDG MAP 11 – Città e Comunità Sostenibili

SDG 11

CITTÀ E COMUNITÀ SOSTENIBILI

Tommaso Bigio

REGIONE UMBRIA

“Il patrimonio geologico come bene comune e condiviso”

SDG 4

ISTRUZIONE DI QUALITÀ

SDG MAP 9 – Industria, Innovazione e Infrastrutture

SDG 9

INDUSTRIA, INNOVAZIONE E INFRASTRUTTURE

SDG MAP 15 – Vita sulla Terra

SDG 15

LA VITA SULLA TERRA

Sonia Mariuccini

AVIS UMBRIA

“Le diverse modalità di donazione di sangue nel mondo”

SDG MAP 3 - Salute e Benessere

SDG 3

SALUTE E BENESSERE

Angela Odum
Lorenzo Carloni
Diana Precupanu
Emanuela Mauro
Fatima Maria Polo
Arianna Capaccioni

GISACTION, COMUNE DI PERUGIA

FOCUS: Le Perle dell’Umbria, bilancio sul contest mappografico

Ivano Porfiri
Gabriele Giottoli

16:00

SECONDA SESSIONE

L’importanza della condivisione dei dati nel contesto di oggi

Flavia Marzano
Nicola Berni
Luciano Concezzi
Katiuscia Eroe

SANITÀ DI FRONTIERA ONLUS

“Applicativo SanimApp e utilizzo in periodo di pandemia”

L’applicativo SanimApp mette a disposizione un servizio correlato alla tematica dell’accesso alla salute per gli stranieri in Italia. Attraverso le mappe è possibile rintracciare uffici e ambulatori sanitari più vicini a dove ci si trova.

SDG MAP 3 - Salute e Benessere

SDG 3

SALUTE E BENESSERE

Valeria Vivarelli

LEGAMBIENTE

“I parchi del Vento in Italia”

“Parchi del vento”, una guida turistica online ai parchi eolici italiani, accessibile e fruibile da tutti in modo semplice, veloce ed intuitivo anche grazie alle mappe interattive create con il GIS. Uno strumento di sensibilizzazione fondamentale per Legambiente, soprattutto in un contesto sconvolto dalla pandemia.

SDG MAP 7 – Energia Pulita e Rinnovabile

SDG 7

ENERGIA PULITA E ACCESSIBILE

Cristiana Biondo

SWISS FEDERAL STATISTICAL OFFICE

“Valutazione e sviluppo di un sistema di monitoraggio e reporting”

SDG MAP 17 – Partnership per gli Obiettivi

SDG 17

PARTNERSHIP PER GLI OBIETTIVI

Martin Teichgraeber

LEGAMBIENTE

“Le comunità energetiche in italia”

Il racconto grafico attraverso la georeferenziazione, in alcune delle iniziative di Legambiente, ha portato importanti miglioramenti nel racconto delle attività e del loro significato. Saper tradurre numeri, dati ma anche storie è di fondamentale importanza per sensibilizzare cittadine e cittadini.

SDG MAP 7 – Energia Pulita e Rinnovabile

SDG 7

ENERGIA PULITA E ACCESSIBILE

Katiuscia Eroe

GRAB

“GRAB di Roma e approccio GIS: i dati geografici supportano le scelte delle infrastrutture per la mobilità”

Gli strumenti GIS hanno avuto un’importanza fondamentale nell’ideazione del progetto partecipato di ciclovia per la città di Roma. Il masterplan del Grande Raccordo Anulare delle Bici – infrastruttura ciclabile ad anello di 45 chilometri – è stato sviluppato infatti incrociando strati informativi geografici relativi al grafo della rete ciclabile comunale esistente e di progetto, alla densità di popolazione e addetti, alla possibilità di integrazione modale del tracciato con stazioni e punti di accesso alla rete su ferro locale (ferrovia, metropolitana, tranvia) con una lunga serie di POI: siti e aree di interesse storico, archeologico, culturale, paesaggistico, progettualità incompiute, possibilità di riconnessione delle aree verdi. Alla fine del processo, come nel gioco della settimana enigmistica, è bastato unire i puntini per vedere la migliore soluzione possibile per il tracciato del GRAB.

SDG MAP 11 – Città e Comunità Sostenibili

SDG 11

CITTÀ E COMUNITÀ SOSTENIBILI

Alberto Fiorillo

ISTITUTO TECNICO AGRARIO SUPERIORE “A.CIUFFELLI” DI TODI E ISTITUTO COMPRENSIVO “B.BONFIGLI” DI CORCIANO

FOCUS: Il GIS nelle scuole: gli studenti mappano il territorio

È stata analizzata l’efficacia del GIS a supporto dell’interdisciplinarietà valutando contestualmente l’impatto che questo strumento ha sulla motivazione degli allievi e sulla capacità di rendere gli ambiti tecnico-scientifici più inclusivi.

Gli studenti hanno utilizzato il GIS per supportare il programma “Community Mapping” di ESRI mappando i parchi attrezzati in alcune aree della regione.

SDG 4

ISTRUZIONE DI QUALITÀ

Palma Bartolini
Marta Bosi
Raffaella Brigante

16:30

TERZA SESSIONE

Il GIS nel sociale: SDG e protagonismo dei cittadini in un contesto sconvolto dal Covid

Bernardo De Bernardinis
Andrea Motti
Enrico Puccini

CARITAS ORVIETO TODI

“Una StoryMap per presentare le attività delle Caritas dell’Umbria”

SDG 1

POVERTÀ ZERO

Marcello Rinaldi

SAVE THE CHILDREN ITALIA

“Le attività di Save the Children in contrasto alla povertà educativa dei minori”

L’approccio geografico è molto importante per il lavoro di organizzazioni quali Save the Children. Fenomeni complessi quali la povertà educativa dei minori, ad esempio, necessitano di strumenti in grado di fotografarne le tendenze e gli sviluppi a livello territoriali, osservando le differenze non solo tra regioni, ma anche e soprattutto all’interno delle stesse, tra le aree urbane e i comuni più piccoli e le aree remote, ed all’interno delle stesse città, tra i quartieri.

SDG 4

ISTRUZIONE DI QUALITÀ

SDG 10

RIDURRE LE DISUGUAZIANZE

Christian Morabito

SAVE THE CHILDREN ITALIA

“L’Atlante dell’infanzia a rischio”

La strategia di Save the Children siispira all’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile con particolare riferimento ad alcuni Obiettivi: sconfiggere la povertà, la fame, promuovere salute e benessere, garantire un’istruzione di qualità e parità di genere, ridurre le disuguaglianze.

SDG 1

POVERTÀ ZERO

SDG 10

RIDURRE LE DISUGUAZIANZE

Antonella Inverno

REGIONE UMBRIA

“Il cambiamento climatico non è più una profezia del giorno del giudizio, è una realtà”

SDG MAP 13 – Lotta al Cambiamento Climatico

SDG 13

AGIRE PER IL CLIMA

Andrea Motti

MINISTRY OF HEALTH OF MESSICO

“Il GIS per contribuire al raggiungimento dell’SDG3”

Il GIS è stato collegato alla salute fin dal suo inizio con la mappa del colera di John Snow. Anche se, il ruolo del GIS non è limitato semplicemente a tracciare le occorrenze delle malattie però. Questo discorso mira a condividere un’esperienza reale su come migliorare la pianificazione sanitaria, la consegna e la risposta del sistema sanitario pandemico COVID-19 in Messico.

SDG MAP 3 - Salute e Benessere

SDG 3

SALUTE E BENESSERE

Daniel Choperena Aguilar

ROMA INSIEME

“Mappatura del disagio sociale: mettere in rete le risorse locali verso nuovi modelli di intervento in tema di politiche sociali, nei territori dei Municipio I e VIII”

SDG MAP 11 – Città e Comunità Sostenibili

SDG 11

CITTÀ E COMUNITÀ SOSTENIBILI

Enrico Puccini

GISACTION

FOCUS: SDGame, un gioco per avvicinare agli Obiettivi di Sostenibilità

Ivano Porfiri

Come nasce il GISday

La prima edizione fu promossa da ESRI nel 1999 come iniziativa per far conoscere la geografia e gli usi del GIS.

Più di 20 anni dopo, il GIS Day è diventato un movimento globale: nello stesso giorno, in tutto il mondo vengono organizzati eventi per coinvolgere e mostrare a professionisti, studenti e appassionati le numerose funzionalità dei Sistemi Informativi Geografici (GIS) nella protezione e salvaguardia ambientali, nella gestione delle emergenze, in campo sanitario, nell’educazione, e molto altro.

GISday in Umbria

Il GISday, giunto alla sua X edizione in Umbria, è stato portato per la prima volta in questa regione da TeamDev, che ha curato la promozione di tutte le precedenti nove edizioni.

Ogni anno gli argomenti dell’evento hanno ruotato intorno a problematiche di attualità, buone pratiche e innovazione, nell’applicazione e nella gestione dei Sistemi Informativi Geografici, mantenendo sempre saldi gli Obiettivi dello Sviluppo Sostenibile come chiave di lettura.