Atlante dell’Infanzia (a rischio) in Italia 2023: Tempi Digitali

Ogni anno Save the Children Italia dedica alle bambine, ai bambini e agli adolescenti un lavoro importante come quello dell’Atlante sull’Infanzia (a rischio). Elaborato a partire da dati, interviste e mappe, restituisce una fotografia dei “rischi a cui sono esposti oggi bambini e adolescenti, è che il mondo digitale non è stato immaginato e costruito pensando a loro.”

L’Atlante 2023: luci e ombre delle nuove autostrade digitali

Questa edizione dell’Atlante si focalizza sullo stato della digitalizzazione in Italia tra i minori. Attraverso l’utilizzo di dati da fonti autoritative, è stata fatta un’analisi approfondita su diversi aspetti del digitale e di come impatta sulla vita dei più giovani.

Dall’utilizzo di internet e degli strumenti digitali all’esposizione a schermi e tecnologie fin dalla prima infanzia, passando per temi sensibili come il cyberbullismo, questo Atlante mostra come i più giovani siano estremamente vulnerabili al mondo digitale.

La StoryMap dell’Atlante

Oltre all’elaborazione dei dati ed indicatori in ambiente GIS per la realizzazione di mappe e grafici, gisAction ha creato una StoryMap – strumento per lo storytelling digitale – che rende facilmente consultabili i dati e racconta l’Atlante in maniera interattiva. La StoryMap è pubblica e gratuitamente consultabile a questo indirizzo: STORYMAP SAVE THE CHILDREN

Con chi abbiamo lavorato

AHT group

Save the Children Italia è una Onlus costituita nel 1998. Fa parte della rete di Save the Children International, una delle più grandi Organizzazioni Internazionali indipendenti

In Italia Save the Children opera nei seguenti ambiti: contrasto alla povertà educativa, salute, risposta alle emergenze, protezione dall’abuso e sfruttamento, contrasto alla povertà e sicurezza alimentare, rafforzamento dei sistemi di tutela dei diritti e partecipazione dei minori, supporto ai minori migranti non accompagnati presenti sul territorio Italiano.
Le principali campagne di Save the Children riguardano la riduzione della povertà, il contrasto alla mortalità infantile e la difesa dei bambini più poveri, come i migranti e i rifugiati, o quelli più esclusi ed emarginati, come i disabili, le bambine o le minoranze etniche e religiose. È anche molto impegnata nella promozione di politiche che tutelino i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.

Scenari

Servizi