Il progetto “Rigenera”, finanziato dall’Agenzia di Cooperazione Italiana ed implementato da un consorzio di ONG, di cui Fondazione Avsi è capofila, si occupa della riqualificazione integrata e partecipativa del quartiere Chamanculo C, a Maputo, con opere infrastrutturali e di promozione socioeconomica della popolazione del quartiere. Coprogettazione e Sviluppo di un Sistema di Monitoraggio Digitale e Geografico a supporto delle decisioni operative e strategiche – Monitoring Information System. 

Contesto

Il Bairro di Chamanculo C si trova nel distretto municipale di Nhamankulu ed è abitato da circa 28.000 persone, principalmente giovani (55%) e donne (51,3%). Il quartiere si è sviluppato secondo una struttura urbana disordinata e non pianificata, è densamente popolato e caratterizzato da una scarsa accessibilità ai servizi di base (cibo, acqua, sistema fognario), dalla mancanza di diritti fondamentali di uso del suolo e da un alto tasso di povertà. 

Il GIS nella pianificazione urbana

AVSI utilizza lo strumento GIS nei suoi progetti di pianificazione territoriale e rigenerazione urbana realizzati con una specifica metodologia partecipativa ed integrata. La pianificazione territoriale prevede la realizzazione di piani urbanistici mentre la rigenerazione urbana prevede la riconfigurazione funzionale di un luogo.

Il GIS viene utilizzato in tutte le fasi della metodologia:

  1. Conoscenza del Territorio
  2. Pianificazione
  3. Misurazione dell’impatto

Per il progetto “Rigenera”, il GIS viene utilizzato per monitorare l’evoluzione del progetto e il raggiungimento dei suoi obiettivi grazie al costante monitoraggio degli indicatori. È stata così creata una piattaforma cartografica digitale online che mostra in tempo reale l’evoluzione del progetto, uno strumento di supporto per la presa di decisioni sul progetto e sulle politiche urbane da parte del Municipio e delle associazioni locali.

Esigenze

Il progetto, fortemente incentrato sulle donne e i giovani, mira a “rigenerare” uno dei quartieri più antichi della capitale del Mozambico, coinvolgendo la comunità e i suoi rappresentanti (associazioni, università, autorità locali) per promuovere l’inclusività, la resilienza, lo sviluppo socioeconomico e la conservazione dell’ambiente. 

Tra gli obiettivi stabiliti da AVSI per questo progetto, gisAction ha risposto alla necessità di creare uno strumento di monitoraggio cartografico digitale e interattivo, che consente il tracciamento online delle principali attività svolte dagli operatori sul campo e il monitoraggio degli indicatori chiave di performance (KPI – Key Performance Indicators) del progetto. 

Il progetto “Rigenera” ha la necessità di monitorare le azioni volte a rafforzare il contesto sociale, economico, culturale ed ambientale del quartiere, la sua sicurezza ed accessibilità, principalmente attraverso l’introduzione di nuovi servizi e il potenziamento dell’infrastruttura. Inoltre, il progetto ha bisogno di strumenti per operare nell’apertura delle strade e nel supporto del ruolo delle donne nello sviluppo del territorio. 

Soluzione

Il nostro lavoro ha coinvolto la co-progettazione con i nostri partner e l’implementazione di un Sistema di Informazione per il Monitoraggio, inclusa la formazione su ArcGIS Online. 

  • I dati sono raccolti attraverso due applicazioni sul campo, ArcGIS Survey123, utilizzando questionari facili da utilizzare, e ArcGIS FieldMaps, per la raccolta puntuale e rapida di informazioni direttamente su una mappa. 
  • I dati sono quindi visualizzati su Pannelli Operativi, per il monitoraggio dei KPI definiti durante la fase di co-progettazione del sistema di monitoraggio. 
  • Un Hub ArcGIS raccoglie tutti i KPI per una visione d’insieme efficace dell’intero progetto dal punto di vista tecnico, con la possibilità di accedere a tutti i Pannelli Operativi degli indicatori individuali. 

 

Inoltre, abbiamo collaborato alla creazione di una StoryMap per descrivere il lavoro ambizioso e complesso di rigenerazione partecipativa e integrata del Bairro.

Benefici 

I principali vantaggi delle soluzioni configurate consistono nel supportare: 

  • Raccolta efficiente e precisa dei dati attraverso applicazioni sul campo, consentendo una rapida acquisizione delle informazioni e un aumento della precisione nella registrazione dei dati.  
  • Monitoraggio in tempo reale dei KPI del progetto, consentendo una presa di decisioni informata e un’azione tempestiva per affrontare eventuali problemi. 
  • Fornire una chiara visualizzazione dei dati e una sintesi visiva dell’avanzamento del progetto. 
  • Condividere i risultati attraverso strumenti di narrazione coinvolgenti, consentendo una comunicazione efficace del lavoro svolto a vari attori e alla comunità.  

I dati finora raccolti sono incoraggianti e mostrano un coinvolgimento attivo della popolazione. Questi strumenti non solo supportano l’innovazione tecnologica, ma possono supportare direttamente lo sviluppo sociale ed economico delle comunità che richiedono un processo di “Rigenerazione” che parta dal basso. 

AVSI ha sfruttato la potenza di ArcGIS Online e della sua suite di strumenti per ottimizzare il suo processo di analisi del territorio attraverso la digitalizzazione della raccolta dei dati. Questo ha eliminato la necessità di carte geografiche su carta e al suo posto, i dati vengono raccolti tramite applicazioni digitali, che possono essere inviati direttamente alla piattaforma. In questo modo, AVSI è stata in grado di eliminare molti degli errori associati alla trasmissione manuale dei dati, creando anche un ambiente di lavoro più unificato. 

I questionari che vengono caricati sulla piattaforma possono essere somministrati tramite telefono o tablet, e i dati raccolti vengono quindi inviati automaticamente e archiviati sulla piattaforma. Questo ha permesso ad AVSI di lavorare in modo più organizzato, rapido e preciso, fornendo anche capacità di monitoraggio in tempo reale per il progetto. Di conseguenza, il lavoro è diventato più efficiente e AVSI è stata in grado di raggiungere i suoi obiettivi in modo più tempestivo ed efficace. 

Fondazione AVSI e Partner coinvolti

Fondazione Avsi è una ONG italiana nata nel 1972 che attualmente opera in 32 Paesi nel mondo nelle aree di Educazione, Pianificazione Urbana, energia, Agricoltura e sicurezza Alimentare, Formazione professionale.

In Mozambico Avsi è riconosciuta dal 2010 ed attualmente implementa 15 progetti nelle province di Maputo, Cado Delgado, Sofala e Zambesia.

Attualmente sul tema urbano gestisce tre progetti: “Rigenera”, “Decor” e “Partecipade”. Sono tre progetti improntati sulla valorizzazione e rigenerazione urbana del Territorio attraverso lo sviluppo delle componenti educative, sociali, culturali, inserimento di Servizi e riorganizzazione territoriale nei quartieri informali delle città di Maputo e Pemba.

Dal 2020, la Fondazione AVSI in collaborazione con Khandlelo, Cospe Onlus, ASf, E35, il Comune di Milano e il Consiglio Comunale di Maputo stanno collaborando per uno sviluppo integrato, inclusivo e partecipativo di Chamanculo C, grazie al progetto “Rigenera” finanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS).

Con chi abbiamo lavorato

AHT group

AVSI basa i suoi progetti di cooperazione in vari settori con un focus preferenziale sull’istruzione, intesa come accompagnamento delle persone nella scoperta di sé stessi e nel riconoscimento degli altri come una risorsa preziosa.

Ogni progetto è quindi concepito come uno strumento finalizzato a promuovere questa consapevolezza in tutti coloro che vi sono coinvolti, ha bisogno di comunicazione e condivisione al suo interno ed esercita un impatto in grado di generare cambiamenti positivi.

partners logos

Scenari

Servizi

  • Formazione

  • Progettazione e implementazione di GIS

  • Progettazione e ottimizzazione dell’architettura di sistema

  • Mappatura e visualizzazione dei dati

  • Dashboards

  • Analisi e modellizzazione dei dati: Insight dei dati

  • Raccontare storie geografiche

  • Raccolta di dati sul campo