Progetto aggiornamento agglomerati e sistema fognario depurativo

Progetto aggiornamento agglomerati e sistema fognario depurativo 2020-02-18T08:35:44+02:00

Descrizione del progetto

Creazione di un database geografico contenente tutte le informazioni sul sistema fognario e depurativo, degli scarichi di attività produttive e delle pressioni prodotte sul territorio.

Progetto realizzato per ARPA Umbria (l’Agenzia Regionale di Protezione Ambientale)

L’ Agenzia Regionale di Protezione Ambientale (ARPA) è stata istituita in Umbria il 6 marzo 1998.  

L’Agenzia di protezione ambientale dell’Umbria è una struttura regionale dotata di personalità giuridica pubblica, con autonomia tecnico-amministrativa ed è sottoposta alla vigilanza della Giunta Regionale. (Scopri di più)

Esigenze del cliente: sviluppare di una metodologia di analisi che consenta di ricostruire l’entità e la distribuzione sul territorio delle pressioni ambientali legate agli scarichi delle acque reflue di origine urbana, domestica ed industriale

La Direttiva WFD 2000/60 della Comunità Europea, assegna un ruolo strategico alla conoscenza delle pressioni antropiche che insistono sulla matrice acquosa, indispensabile per la determinazione delle condizioni di rischio, la definizione di reti e programmi di monitoraggio e l’individuazione delle misure di tutela e risanamento. L’analisi delle pressioni sul territorio regionale umbro è finalizzata all’aggiornamento del Piano di Tutela delle Acque (PTA) e del Piano di Gestione dei Distretti Idrografici di appartenenza.

I risultati di tale analisi consentiranno ad ARPA Umbria, soggetto regionale preposto al monitoraggio dei corpi idrici superficiali e sotterranei, di definire i nuovi programmi di monitoraggio in funzione della tipologia e livello di pressione effettivamente esercitata sui singoli corpi idrici. Una delle principali cause di criticità ambientale è rappresentata dalle pressioni derivanti dal sistema fognario depurativo urbano e dagli scarichi di attività produttive recapitanti in corpo idrico superficiale o su suolo.

Per questo motivo è necessario lo sviluppo di una metodologia di analisi che consenta di ricostruire con grande dettaglio l’entità e la distribuzione sul territorio delle pressioni ambientali legate agli scarichi delle acque reflue di origine urbana, domestica ed industriale e, al tempo stesso, che sia riproducibile almeno con frequenza coerente con gli obblighi derivanti dall’attuazione della Direttiva Acque, della Direttiva Nitrati e delle altre norme di settore.

Soluzione: supporto tecnico ed organizzativo

gisAction ha fornito supporto tecnico ed organizzativo ad ARPA Umbria per l’intero workflow ed ha sviluppato ed utilizzato una metodologia di analisi, ripetibile nel tempo, che restituisce informazioni dettagliate sull’entità e sulla distribuzione nel territorio delle pressioni ambientali derivanti dal sistema fognario depurativo urbano e dagli scarichi di attività produttive estratti dal Catasto Scarichi della Regione Umbria.

Benefici

Attraverso il progetto ARPA Umbria ha realizzato un database geografico contenente tutte le informazioni sul sistema fognario e depurativo, sugli scarichi di attività produttive e sulle pressioni che gravano sul territorio regionale.  Gli output, oltre che per supportare le attività di monitoraggio, servono anche per rispondere alle richieste della Comunità Europea in materia di protezione delle acque.

guarda tutti i nostri progetti
scopriamo insieme cosa possiamo fare per te. scrivici!