Una soluzione per il monitoraggio a distanza dei cantieri sviluppata da gisAction per il Parco Nazionale di Comoé

Il Parco Nazionale di Comoé è la più grande area protetta dell’Africa occidentale, riserva della biosfera e patrimonio mondiale dell’UNESCO. Dal 2003 è stato inserito nella lista dei patrimoni dell’umanità in pericolo, principalmente a causa del bracconaggio selvaggio aumentato a dismisura dopo lo scoppio della prima guerra civile ivoriana e la conseguente interruzione delle attività di gestione e monitoraggio dell’area. Oggi l’OIPR (Office Ivorien des Parcs et Reserves) ha ripreso il suo lavoro nel Parco Nazionale di Comoé e porta avanti attività per la protezione delle risorse del parco e per lo sviluppo del territorio. GisAction collabora con la direzione del Parco, clicca qui per leggere il racconto del nostro impegno e esplorare la StoryMap interattiva.

Esigenze: monitorare da remoto i cantieri nel Parco

L’alto numero di cantieri aperti nell’area del Parco ha reso necessario attivare un monitoraggio a distanza dei progetti attraverso l’attivazione di un appropriato strumento che in grado di trasmettere in tempo quasi-reale le informazioni.

L’obiettivo finale era quello dotare il parco di uno strumento digitale avanzato che potesse:

  • Raccogliere i dati in campo e inviarli in tempo-quasi reale alla piattaforma
  • Aggregare i dati e rappresenta in maniera efficace le informazioni e gli indicatori di performance del cantiere
  • Prevedere un grado di complessità tale che l’occhio di un tecnico potesse riconoscere subito criticità nello stato dei lavori, così come fornire a un occhio non tecnico una panoramica immediatamente comprensibile dei lavori

Soluzione: un sistema completo ed integrato per il monitoraggio

La soluzione fornita da gisAction è composta da moduli per la raccolta dati, monitoraggio avanzamento e supporto al decision-making per i vari profili coinvolti nel progetto:

  • Uno strumento per la raccolta dati sviluppato con ArcGIS Survey123, utilizzato dagli agenti delle pattuglie dell’OIPR, i tecnici di AHT e i tecnici dei “Bureau de Controle”, per l’invio di dati, foto e commenti sullo stato dei lavori
  • Due dashboard di aggregazione dei dati, una per i tecnici e una per i non-tecnici. La dashboard tecnica presenta le informazioni raccolte dai tecnici di AHT e dei Bureau de Controle, mentre la dashboard non-tecnica raccoglie le informazioni raccolte dagli agenti dell’OIPR
  • Un Hub di dati realizzato tramite ArcGIS Hub che centralizza le soluzioni per il monitoraggio e fornisce anche accesso a un archivio dei documenti caricati dai tecnici AHT

Questi strumenti permettono a quattro diversi tipi di attori di monitorare da remoto le risorse in campo e lo stato dei lavori, ognuno secondo le specifiche esigenze informative. Il sistema consente al team del Donatore, al Project Manager, al Responsabile dell’Infrastruttura, al Direttore del Parco di essere a conoscenza dell’avanzamento dei lavori, di valutare se sono in linea con il programma o se eventuali criticità che possono sorgere devono essere affrontate, tutto ciò senza effettuare visite sul campo. Questo riduce drasticamente i rischi di incidenti.

Il ruolo di gisAction, inoltre, non si conclude con lo sviluppo e implementazione tecnica della soluzione, ma continua nel supporto e nella formazione dei tecnici all’utilizzo dell’applicazione.

Benefici: risparmio e sicurezza

I vantaggi per gli attori coinvolti sono molteplici: con pochi semplici clic è possibile accedere allo stato di avanzamento dei lavori, completamente da remoto.

Ciò si traduce in un risparmio di risorse e tempo elevatissimo, evitando quindi il viaggio in aree remote del parco per il monitoraggio dei lavori.

Inoltre, questa soluzione trasforma il paradigma di raccolta dati, da fisico a digitale, innovando lo strumento e aumentandone l’efficacia sia per chi raccoglie il dato che per chi deve leggerlo e interpretarlo per prendere decisioni.

Con chi abbiamo lavorato

AHT group

AHT è una consolidata società di consulenza ingegneristica specializzata nei settori dello sviluppo sostenibile, dell’acqua, dell’agricoltura, della conservazione, della governance e dei rifiuti.

Promotore del progetto è l’agenzia dell’autorità della fauna selvatica OIPR (Office Ivorien des Parcs et Reserves), attraverso la Direction de Zone Nord-Est (DZNE). La DZNE è l’autorità competente per la gestione e l’amministrazione del Parco Nazionale di Comoé.

Scenari

Servizi